giovedì 22 marzo 2012

ABOCA DOLCE SOLLIEVO PER IL NOSTRO INTESTINO

Oltre alle mie meravigliose pastiglie che divoro quotidianamente e che tengono a freno la mia patologia di base, fino a quasi un anno fà avevo anche grossi problemi intestinali, non c'era verso di far funzionare in modo corretto il mio intestino e così rimanendo sempre fedele al marchio Aboca, ho conosciuto, apprezzato e provato anche questo prodotto, sto infatti parlando di:

ABOCA DOLCE SOLLIEVO

Una formulazione molto diversa da quelle che avevo comprato ed assunto, per far funzionare il mio piccolo orologino intestinale. Premetto che è un prodotto tutto al naturale al 100% e non è poco, permettetemi di aggiungere.

Dolce Sollievo è un prodotto studiato Marchio Aboca per favorire il transito intestinale quando l'apporto quotidiano di fibra ed acqua non è abbastanza e soprattutto in tutti quei casi in cui il nostro intestino è sicuramente molto pigro e deve essere naturalmente trattato in modo molto delicato. Grazie alla sua speciale formulazione bifasica è stata creata associando l'azione emoliente dell'olio di mandorle dolci a quella osmotica di richiamo dell'acqua svolta dai succhi si frutta concentrati, che conferiscono sicuramente al prodotto in questione un gradevole sapore... Relativamente a questa ultima definizione gradevole sapore, insomma se potessi correggerla, per prima cosa darei 2 stelline e mezzo di valutazione e poi bisogna mandarla giu' in fretta, perchè funziona, insomma in tutta sincerità non posso affermare che ha un gusto propriamente gradevole, ma uso un vezzeggiativo se mi è possibile allora...'''gradevoluccio'''.

Somministrazione e modalità d'uso

Prima di bere il flaconcino, occorre agitare ben bene lo stesso, affinchè si possono ben mescolare i succhi di frutta e l'olio di mandarle che sono presenti. E' preferibile berlo, lontano dai pasti principali, va benissimo in qualsiasi momento della giornata, ma consigliano per migliori effetti durante la mattinata, confermo che soffrendo di memoria smemorina, mi è capitato di assumerlo anche in orari non molto consoni e il giorno dopo, ho avuto l'effetto sperato, comunque è sempre meglio seguire i consigli dati sia dal farmacista, che nei bugiardini presenti nelle confezioni. Il periodo di assunzione del prodotto che fà parte della famiglia degli integratori di piante officinali, ma che meglio si identifica sotto la voce lassativi, con tutto il rispetto per questa categoria di farmaci e non, è sicuramente molto variabile ed è diverso da persona a persona, in media da cinque a dieci giorni. Per apprezzare il gusto fruttato del prodotto, è consigliabile consumarlo leggermente freddo, magari riponendolo in frigor per qualche ora, oppure sempre grazie alla memoria smemorina, io dopo averne bevuto uno, mettevo in frigor subito il successivo per il giorno dopo. La confezione presente in commercio e da me acquistata in farmacia, è composta da ben 10 flaconcini di vetro da 12 grammi ogniuno, navigando in rete ho visto che si puo' acquistare anche on line, credo che sia facile reperirlo anche nelle para-farmacie, ma non garantisco.

Ma ora vediamo come si presenta la confezione

La confezione troneggiava sullo scaffale della farmacia, nel box che avevano dedicato ai prodotti Aboca, è una bella scatola bianca su cui è raffigurato un bel fiore delicato di un bel rosa con tanti pistilli, ma mi spiace ma non sono riuscita a carpire il nome, vi è raffigurata anche una bella mandorla, che è uno degli elementi principali di cui è composto il prodotto. La apro delicatamente ed ecco uscirne in fila per cinque, questi provetti soldatini ben raggruppati e pronti per essere consumati.

Stefy ma come sono questi soldatini

Ogni soldatino alias flaconcino è rigorosamente di vetro, che è qualitativamente parlando il materiale migliore in cui i prodotti possono essere conservati. E' dotato di una bella etichetta esaustiva, che racchiude in breve le caratteristiche del prodotto e riporta anche la data in cui deve essere consumato. Sono facili da aprire, c'è un bel tappo che una volta aperto invita il povero paziente a consumare il prodotto. Questi flaconcini sono ben riposti e conservati in questa scatolina, e vi assicuro che una volta consumati puo' tornare utile, mi figlia ci ha riposto dei pastelli a cera, formato gigante che non sapeva dove mettere visto che si era rotta la scatola. Come vedete noi ricicliamo tutti, a fronte di questo cari amici ricordatevi di riciclare anche il flaconcino, dopo aver consumato il prodotto, passatelo sotto l'acqua corrente per sciacquarlo e buttarlo nel vetro per la raccolta differenziata. Stefany story Come tutti i lassativi da me provati esiste anche la Stefy story: 1) Il prodotto funziona egreggiamente, parola di scout..l'intestino di svuota perfettamente. 2) Esiste anche un pero'..sicuramente è un dolce sollievo, ma quando partono i mal di pancia (alias il prodotto incomincia a funzionare, solitamente il giorno successivo all'assunzione) io devo correre, partono leggeri crampi e poi..via come il vento... 3) Naturalmente finita la scatola, che contiene appunto 10 flaconcini, il mio intestino continua a collaborare ancora per qualche giorno, ma poi ritorna in off... Non assumo piu' di una scatola al mese, anche sul consiglio del mio dolce farmacista, sempre perchè si ripercuore l'assunzione sul farmaco per la coagulazione e poi via si ricomincia. Attualmente questo prodotto viene usato con minor effetti collaterali da mia sorella, la mamma del nipotino Rock, che oggi ha fatto 1 mese...bello dalla zia, perchè dopo il parto ha avuto un pochetto di problemi con l'intestino che ha deciso di diventare pigro. Così l'ho ripescato dal mio cilindro magico ed gliel'ho presentato. Buona lettura e ricordatevi sempre con l'intestino libero si sta sicuramente meglio e il nostro corpo risponde meglio.

giovedì 19 gennaio 2012

PARCO WARNER BROS - Madrid

Ore 7:30 - Stiamo decollando dall'Aereoporto di Linate, direzione Spagna e per la precisione Madrid, con un volo organizzato, siamo partiti per trascorre una vacanza di 4 giorni sotto il sole spagnolo, ma ahimè faceva freddo come qui in Italia.
Meta della gita era appunto Madrid, infatti la giornata del 3 dicembre 2011 l'abbiamo trascorsa totalmente al parco della Warner Bros.

L'unica pecca riscontrata è stato il fatto che essendo quasi inverno parecchie attrazioni erano chiuse per il gelo e perchè erano giochi d'acqua per cui ci si sarebbe preso un'accidenti con i fiocchi.
I volti dei nostri figli erano praticamente estasiati, non riuscivano a crederci che potevano trascorrere un'intera giornata con i loro beniamini e non solo, ma soprattutto siamo riusciti a ritornare un pochetto bambini anche noi per un giorno, ma la cosa che maggiormente mi è piaciuto che per un giorno non c'è stata nessuna differenza quadri, impiegati, operai eravamo tutti sulla stessa barca e l'unica cosa che ci accumunava era il divertimento allo stato puro.
PARCO TEMATICO WARNER BROS

Ma ora passiamo a qualche nota geografica sull'ubicazione del parco:

Noi eravamo alloggiati Puerte del la Paz che è una delle zone residenziali piu'carine di Madrid, ci siamo recati al Parco con un autobus noleggiato per l'occasione, come dicevo all'inizio il parco è, situato nella località di San Martín de la Vega e ci abbiamo messo circa 30 minuti per arrivarci, con un traffico normale.

La settimana in cui noi siamo stati ospiti del parco era aperto solo sabato e domenica e dovendo ripartire appunto il 4 dicembre che cadeva appunto di domenica, ci siamo recati il sabato.

L'orario di apertura è abbastanza anomalo, nel senso che segue in tutto e per tutto i ritmi spagnoli, dopo la vita notturna si dorme fino a mattina inoltrata e si inzia a lavorare quando il sole è già alto e brilla, per l'appunto siamo potuti entrare solo alle ore 12.
La cosa che mi ha lasciato male è il fatto che prima di accedere all'interno del parco ci hanno letteramente perquisito borse e zaini, perchè non si doveva entrare con nessun tipo di genere alimentare e soprattutto non si poteva portare nemmeno niente da bere.
Sono proprio strani questo perchè si dovevano comprare i prodotti che vendevano nei vari locali, posti all'interno del parco, vi garantisco che erano parecchio cari, tanto per darvi un'idea ho acquistato come frutta una mela normalissima e l'ho pagata la modica cifra di € 1,7 nemmeno ci fosse su l'oro.
Ma diciamo che questa piccola disavventura è passata in secondo piano vista la gioia dipinta sul viso di mia figlia.
Il parco è abbastanza grande da visitare e vedere è infatti suddiviso in cinque zone tematiche diverse, vi si accede dall’Hollywood Boulevard, infatti ci siamo recati subito al cinema a vedere un film avente come protagonista principale l'orso yoghi in tre D.

Il nostro gruppo era formato in prevalenza da bambini molto piccoli, percui era obbligo fermarsi nelle aree dedicata a loro e precisamente abbiamo avuto il piacere di conoscere i personaggi dei loro cartoni animati preferiti nel Cartoon Village: Duffy Duck, Titti, Bugs Bunny.

Questi personaggi circolavano liberamente nell'area tematica a loro dedicata e venivano letteralmente presi d'assolto dai piccoli fans e non solo per fare fotografie ricordo.
Oltre ai giochi a tema, c'erano anche negozi che vendevano gadget a tema e anche maglietti oppure peluches dei personaggi in questione.

E' la prima volta che trovo delle toilettes che abbiamo questo nome, veramente pulite ed ordinate.
Il parco ha fatto anche una piccola offerta per chi entra dal 3 dicembre al 30 dicembre 2011 per le festività natalizie, danno la possibilità ha chi acquista un ingresso nel parco di entrare il secondo giorno gratis, un po' come accade qui in Italia a Mirabilandia che il secondo giorno si entra gratis.
Certo un notevole vantaggi per chi rimane a Madrid piu' giorni

Le cinque aree tematiche sono le seguenti:

HOLLYWOOD BOULEVARD
CARTOON VILLAGE
OLD WEST TERRITORY
DC SUPER HEROES WORLD
WARNER BROS STUDIOS

Per i piu' coraggiosi non mancano anche le montagne russe di ogni genere e varietà, ma noi visto che faceva molto freddo abbiamo evitato accuratamente e poi anche perchè sono una mega fifona.

Nozioni tecniche e prezzi

Adulti: 39 €
Il ridotto che riguardai bambini che non superano i 140 cm di altezza: 30 €
Pensionati nella fattispecie adulti oltre i 60 anni 30 €
Persone disabili: 20 €
Ingresso gratuito invece per i cuccioli sotto i 100 cm
Naturalmente consiglio la visita a questo parco tematico ne vale la pena, un chiarimento ho inserito solo foto di personaggi e la mia perchè il resto riguardava minori ...


Consiglio la visita al parco durante le festività natalizie per chi ha la possibilità di fare un viaggio in terra spagnola come regalo per sè o per la propria famiglia

LEGO NINJIAGO SET BASE SPINJITZU 2257 - Giocattoli per tutti



Eccomi di nuovo qui dopo quasi un anno e piu' di silenzio, ma ci voleva uno stop avevo bisogno di staccare la spina e così visto che quest'anno BABBO NATALE è stato generoso, vorrei parlarvi di un giocattolo che ha ricevuto mia figlia.

Lo aveva infatti indicato tra le cose da chiedere a Santa Clause, ma avevo fatto orecchie da mercante visto che lo ritenevo un  giocattolo prettamente maschile, ma sembrerebbe che a scuola sia le femmine maschi, ne diventano matti, ma alla fine si sà i figli sono pezze e core mi ero lasciata convincere e così l' ho acquistato alla modifica cifra di €. 19,90.

vi sto parlando infatti:

LEGO NINJIAGO SET BASE SPINJITZU 2257

Abbiate pazienza cari amici, ma ho dovuto chiedere aiuto a mia figlia per descrivere questo giocattolo, perchè io giuro non ci ho capito niente del suo funzionamento.. Perdonatemi se saro' imprecisa e magari poco minuziosa nella descrizione, ma lei racconta e descrive e io scrivo e spesso il gergo utilizzato dai nostri figli, è molto difficile da capire, questo gioco è stato classificato come

GIOCATTOLO OVER THE TOP

aggiungendo MAMMA E' UNA GRAN BELLEZZA l'altro termine era poco femminile...

I personaggi contenuti nel gioco sono due ninjago...uno raffigura uno scheletro e l'altro invece raffigura il fulmine. Lo scheletro è total bianco, mentre l'altro è azzurro con uno scheletro dipinto sul petto. Accidenti sono talmente fini da tenere in mano che in qualsiasi momento sembrano rompersi (come sono brutti)

Mi informa che devo presentarvi la scheda del personaggio (ninjago con il vestito blu per intederci) Si chiama FULMINE - VELOCITA' Nome NAVEN Arma BARRE DI ENERGIA

E' possibile giocare una partita ops ho sbagliato una battaglia solo se il proprio personaggio ha un numero superiore o uguale di barre di energia, è possibile infatti confrontare l'energia richiesta dalla carte battaglia con quella corrispondente sulla scheda del proprio personaggio. In dotazione sono date anche delle rotelle su cui vengono poi posti i personaggi, che poi sono delle trottole una bianca e una nera. Per iniziare il gioco occore scegliere un personaggio ninjago , tre armi, un disco e quattro carte battaglia, questo è il primo passo e dimenticavo di aggiungere c'è anche l'arena, che deve essere successivamente montata in cui si svolge la battaglia. Il secondo passo bisogna necessariamente far impugnare un'arma al nostro personaggio e posizionare sul disco Il terzo passo è quello piu' importante ed entusiasmante si entra infatti nel vivo del gioco...ogni giocatore dice la fatidica frase

NINJA GO

 e bisogna far roteare il proprio personaggio contro quello dell'avversario. Quarto passo quando uno dei due giocatori cade durante la battaglia, ma usare il termine lotta quello che rimane in piedi vince. Il vincitore conquisto percio' l'arma che impugnava il personaggio che è stato sconfitto Quinto passo le carte..Si possono utilizzare le carte in qualsiasi momento durante la battaglia, ogni carta puo' essere usato mi raccomando solo ed esclusivamente una volta sola Alla fine della partita, bisogna restituire le armii che si hanno vinto al giocatore a cui appartenevano. Le carte sono in tutto dieci e sono diverse tra loro, nella parte alta a destra precisamente ci sono riportati dei valori ad esempio SP 1000 indicano la potenza di valutazione della sfida...giuro mi manca un pezzetto...le chiedo spiegazioni piu' precisa e si arrabbia perchè non capisco.. Giuro con l'obbiettività piu' serena non riesco a capire come si possa giocare con questi giochi e soprattutto come si possa perdere ore a fare battaglie e a dirvela tutta ci sono compagni di scuola di mia figlia che hanno un mare di carte e le scambiano tra di loro.. Lei è contenta, ma lo è maggiormente perchè non vede l'ora di ritornare a scuola e poter giocare con i suoi compagni, per ora si sta impratichendo e deve pensare a guarire...questi figli e buona lettura a tutti.. Il consiglio per questo prodotto ad un amico arriva direttamente da mia figlia e la risposta è SI